Events

1920: La Grande Siria diventa un mandato francese. Parigi ne impone la divisione in due Stati: Siria e Libano.

1920 – 1923: La Siria viene ulteriormente suddivisa dai Francesi in quattro parti: Stato di Damasco, Stato di Aleppo, Stato Alawita e Jabal Druze.

1925 – 1927: Nello Jabal Druze scoppia una rivolta contro il dominio francese che poi si allarga a tutto il resto del paese. Diventa il simbolo dell’obiezione dei Siriani al mandato della Francia. L’insurrezione viene repressa due anni dopo grazie all’invio da Parigi di ulteriori truppe nella regione. Per fermare le proteste vengono sparati colpi di artiglieria e viene fatto ricorso ai bombardamenti aerei. Fra i Siriani si contano oltre 6000 morti.

1936: Il Parlamento siriano prepara la bozza di un trattato per chiedere maggiore indipendenza dalla Francia.

1938: Dopo aver inizialmente concesso il proprio consenso al trattato,la Camera francese si rifiuta di ratificarlo.

1939: Viene sospesala Costituzione siriana e il paese torna sotto lo stretto controllo francese.

1939 – 1940: Siria e Libano vengono amministrati da ufficiali leali al governo di Vichy.

1941: Il movimento di “France Libre” riesce a prendere il controllo sulla regione e riconosce formalmente l’indipendenza della Siria e del Libano.

1946: Indipendenza siriana. I francesi si ritirano definitivamente dalla regione.

1948: Prima guerra arabo-israeliana.

1949: Tre colpi di Stato messi in atto da militari. In Siria finisce l’era del dominio politico della classe dei notabili urbani  (in prevalenza mussulmani sunniti). Il potere arriva nelle mani di giovani uomini di origini contadine provenienti dall’Accademia militare.

1956: Crisi di Suez.

1958: Viene proclamatala Repubblica Araba Unita (RAU), di cui inizialmente ne fanno parte Siria ed Egitto.

1961: La RAU viene sciolta.

1963: Colpo di Stato di alcuni ufficiali degli alti quadri militari, tra cui Hafez al-Assad. Il partito Ba’th prende il potere.

1966: Colpo interno ai vertici del partito Ba’th. L’ala di Assad ottiene la leadership. Hafez è nominato Ministro della Difesa.

1967: Guerra dei 6 giorni.La Siria perde le Alture del Golan.

1970: Nuovo colpo di Stato. Assad riesce ad arrivare al potere.

1971: Un referendum popolare conferma la nomina di Hafez al-Assad, unico candidato, a Capo di Stato.

1973: Guerra dello Yom Kippur.

1976: Assad invia l’esercito siriano, sotto il nome di Forza Araba di Dissuasione (FAD), in Libano per sostenere i Cristiani maroniti nella guerra civile contro i Palestinesi dell’OLP e le milizie del leader druso Jumblatt. Si crea malcontento tra la popolazione sunnita siriana.

1978: Viene accettato il cessate il fuoco in Libano. Le forze armate siriane rimangono nella regione per controllare il mantenimento dell’ordine.

1980: Guerra tra Iran e Iraq. Assad appoggia il regime sciita iraniano.La Siria è l’unico Stato arabo a maggioranza sunnita a non sostenere l’Iraq. Malcontento della popolazione sunnita.

1982: Repressione della rivolta di Hama. Nel giro di due settimane le forze armate del governo uccidono più di 10000 persone.

1982: Invasione israeliana in Libano.

1991: Accordi di Taif. Viene riconosciuto il legame speciale nei rapporti tra Siria e Libano.

1994: Muore Basil al-Assad, figlio primogenito di Hafez, in un incidente stradale. Era destinato a succedere al padre come Presidente dello Stato siriano.

2000: Muore Hafez al-Assad. Bashar al-Assad diventa il nuovo Presidente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...